Homepage -> APP Blog -> SCA #1: i sogni, la California, Eminem e tutto quanto

APP Blog

SCA #1: i sogni, la California, Eminem e tutto quanto

La coscienza è un qualcosa di intangibile e incontrollabile, e la mia non fa di certo eccezione. Sputa consigli indesiderati, si fa sentire quando non è richiesto e tace invece quando non dovrebbe. Che rapporto avete con la vostra? La mia, nella sua stranezza, quando mi parla, lo fa spesso attraverso le canzoni di Eminem... Questo, oltre a darvi un'idea piuttosto accurata di quanto io sia fuori di testa, serve ad introdurre l'argomento di questo post e che spesso ricorre su questo sito: i sogni, l'American Dream.

La prima volta che si è palesata la possibilità di fare questa esperienza, la prima volta in cui se n'è parlato in modo concreto e non come un'ipotesi lontana e fantasiosa, nella mia testa andava in scena un botta e risposta confuso di "Be careful what you wish for, cause you just might get it, and if you get it then you just might not know what to do with it, cause it might just come back on you ten-fold...*", ma anche "Look, if you had one shot, one oppurtunity, to seize everything you ever wanted, one moment, would you capture it, or just let it slip?**".

Beh, ha vinto Lose Yourself, ça va sans dire... ho raccolto tutto il coraggio che avevo a disposizione e ho fatto la mossa più cazzuta della mia vita, una di quelle cose a cui ripenserò da vecchia con un sorriso nostalgico stampato sulla faccia, vada come vada, perché se c'è una cosa che so sui sogni, è che non puoi pentirti di averli seguiti, puoi solo rimpiangere di non averlo fatto.

E allora via, un salto nel buio, un abbraccio ai familiari, un saluto agli amici, qualche lacrima qua e là... un bel respiro e via, sono volata a Santa Cruz, California, da sola, sola col mio bagaglio di sogni, speranze e paure.

Per me l'amore per l'America e per l'informatica sono sempre andati di pari passo, a tal punto che mi è difficile dire adesso quale sia venuto prima: ho creato questo sito dopo essere stata in America, e portarlo avanti mi ha aiutato ad imparare un sacco di cose relative all'informatica, tanto che, ad un certo punto, decidere di studiarla all'università mi è sembrata la scelta più naturale del mondo. Ma che sarebbe stata l'informatica a riportarmi in America, beh, questo era difficile immaginarlo anche per me. Che avrei finito per spendere in California l'ultima parte di un dottorato di cui ho dubitato per il 90% del tempo, francamente, neanche nei miei sogni più fantasiosi sono mai arrivata a pensarlo. Eppure...

Eppure sono qui, e so che devo ringraziare svariate persone, una fortuna sfacciata (le divinità no, lasciamole stare, che non ci ho mai creduto e non ho certo intenzione di cominciare adesso) forse, ma soprattutto me stessa, quella vocina interiore che mi ha spinto a non mollare, quella volontà di ferro che sono certa aver ereditato dalla mia nonna paterna, quella sensazione che ho provato la prima volta che sono stata in America, che mi si è incollata addosso, che non ho mai dimenticato e che rincorro da allora.

West Cliff Drive - Santa Cruz, CaliforniaE mentre mi godo il sole della California in una giornata di Novembre, con la sensazione di camminare da sola su Marte, mentre mi aggiro tra queste casette di legno che sembrano uscite da un telefilm, troppo perfette per essere vere, con le siepi ancora coperte di finte ragnatele per Halloween, mentre mi sporgo sul molo, lo sguardo perso all'orizzonte dove si staglia la costiera di una bellezza così incredibile da far male agli occhi, mentre cerco di ricacciare indietro le lacrime, anche se sono di gioia, mentre una parte di me ancora stenta a credere che tutto questo sia vero, finalmente mi rilasso. Nelle orecchie la musica di sempre, la voce incazzata ma ormai, per me, rassicurante, che ho sentito qui per la prima volta, in loop un album che aspettavo da 13 anni***, perfetto, perfetto come assaporare una cosa desiderata a lungo, perfetto come un sogno che si realizza... What's next?

P.S. Santa Cruz Adventures sarà una rubrica a cadenza variabile... avrei voglia di raccontarvi ogni giorno, ogni minuto, ogni secondo, perché ho le sensazione che questo sito sia nato per portarmi esattamente qui dove sono ora, ma devo essere onesta, sarà difficile. Vi posso promettere solo che farò del mio meglio.

Note
* "Fai attenzione a quello che desideri, perché potresti ottenerlo, e se lo ottieni potresti non sapere che cosa farci, perché potrebbe tornarti indietro moltiplicato per dieci" - Careful what you wish for - Relapse
** "Guarda, se avessi un'occasione, un'opportunità, di afferrare tutto ciò che hai sempre desiderato, la cattureresti, o te la lasceresti sfuggire?" - Lose Yourself – 8 Mile O.S.T.
*** The Marshall Mathers LP2 (Uscito ieri)

Posted by Lady Blackice at 8:00:25 Condividi su Delicious Condividi su Twitter Condividi su Facebook

Commenti

Lady Blackice (Santa Cruz (CA))

@YES: ahahahahah, non hai tutti i torti. Non a caso, stavolta non l'ho mica tolto... il braccialetto della fortuna è ancora saldo al mio polso! Risata
Sono contenta che il post ti sia piaciuto! Occhiolino

Commento n° 6 [ 21:04:50, 12.11.2013 ]

YES

Che bel post!!! Mi sono innamorata della frase "se c'è una cosa che so sui sogni, è che non puoi pentirti di averli seguiti, puoi solo rimpiangere di non averlo fatto".
Comunque, riguardo a chi devi ringraziare per essere lì, senza nulla togliere alla tua indiscussa caparbietà, hai dimenticato di citare il venditore di rose del Pincio e il suo rito della fortuna. Secondo me è stato determinante!
Molto Felice

Commento n° 5 [ 16:52:01, 9.11.2013 ]

Lady Blackice (Santa Cruz (CA))

@Luigi: crepi il lupo! E nonostante la rubrica, adesso ti aggiorno in privato via mail... scusa per il ritardo! Occhiolino

@Lory: non piangere, piuttosto convinciti a venire a trovarmi! Occhiolino

@Matt: è per questo che, pur non avendo tantissimo tempo a disposizione, ho deciso di scrivere questa rubrica. Parlo/parliamo di sogni in astratto da tanto tempo su questo sito. Una volta tanto è bello raccontarvi di qualcosa che si è concretizzato! In bocca al lupo anche a te! Occhiolino

Commento n° 4 [ 20:16:52, 6.11.2013 ]

Matt Angeles S'ierru

vivi un sogno di tanti...vivilo anche per quelli che avendo avuto un po' meno fortuna di te sono costretti a lottare con tempo, ritardi e catene...aspettando il momento di raggiungerti e sognare anche io per gli altri come noi.

Commento n° 3 [ 20:08:38, 6.11.2013 ]

Loretta (Rieti)

Che dire...
oltre a farmi piangere di nuovo, posso solo aggiungere che sono immensamente orgogliosa di avere una sorellina così....testarda da far paura, ma estremamente determinata a raggiungere un sogno che coltiva da quando era bambina ed anche se mi manchi troppo, stringo i denti ma so che stai realizzando un sogno e son felice per te Finto Tonto

Commento n° 2 [ 11:36:23, 6.11.2013 ]

Luigi (Torino)

Uao!

Non posso dire altro che "in bocca al lupo" per questa tua nuova avventura! Felice

Commento n° 1 [ 9:15:24, 6.11.2013 ]

Commenta:

I commenti non devono essere usati come un luogo dove instaurare discussioni politico-ideologiche, nè come una bacheca per pubblicizzare altri siti. Tutti i messaggi non conformi alle regole verranno rimossi.







Smilies disponibili

SorrisoRisataFeliceMolto FeliceTristeMolto TristeArrabbiatoLinguacciaOcchiolinoFigoEeeh??CiecoImbarazzoDormeSospettosoGocciaFinto TontoOh My God!IndecisoShockatoAmoreMalatoNinjaFucileDevilFuck You



CodiceCodiceCodiceCodiceCodiceCodice

Powered by Lady Blackice