Homepage -> APP Blog -> Il rapporto del New England con gli "agitatori"

APP Blog

Il rapporto del New England con gli "agitatori"

shakersLa storia che vi sto per raccontare inizia in Inghilterra nel 1747 quando alcuni quaccheri, sotto la guida dei coniugi James e Jane Wardley, si separarono dalla comunità religiosa d’origine per fondare una nuova setta protestante, la Società Unita dei Credenti nel Secondo Avvento. Ai membri del gruppo dissidente venne quasi subito affibbiato il nome di “Shakers” (dal verbo inglese “to shake” = agitarsi) per via delle riunioni di preghiera caratterizzate da tremori, urla, manifestazioni d’estasi e da danze in cui gli adepti, organizzati in cerchi concentrici, agitavano gli arti e la testa.

Figura centrale del movimento fu Ann Lee. La donna venne arrestata nel 1770 per disturbo alla quiete pubblica. Mentre era in carcere, ebbe una visione illuminante: era stato il rapporto sessuale tra Adamo ed Eva a determinare la Cacciata dell’Uomo dal Giardino dell’Eden. Questa visione influenzò notevolmente la dottrina degli Shakers. Uscita di galera, Mother Ann (così tutti cominciarono a chiamarla) venne riconosciuta come “Sposa dell’Agnello” e assunse la guida del movimento.

Nel 1774 Mother Ann, stanca delle persecuzioni riservate agli Shakers in Inghilterra, decise di trasferirsi in America con otto suoi seguaci.

Sul suolo americano, gli Shakers iniziarono un’intensa attività di proselitismo e, così facendo, si guadagnarono un numero di adepti sufficiente a rendere possibile la creazione di comunità autarchiche votate al rispetto di alcuni principi fondamentali: castità, proprietà comune dei beni e parità dei sessi.

Con il loro messaggio conquistarono in particolare il New England e la regione del Mid-West. Intorno al 1840 raggiunsero il massimo grado di diffusione con 19 colonie e 6.000 affiliati.

Neanche in America comunque ebbero vita facile. Subirono spesso atti di intolleranza per via della loro sessuofobia mentre il loro pacifismo durante la guerra d’indipendenza li fece apparire filo-britannici e gli valse numerosi arresti.

La regola sulla castità, oltre a non favorire l’adesione di nuovi membri, impediva a quelli già esistenti di procreare. Soprattutto a causa di ciò, la setta declinò rapidamente fino ad estinguersi. Molti villaggi sono stati trasformati in museo. In essi è oggi possibile ripercorrere la storia degli Shakers e apprendere molte cose del loro stile di vita. Ve ne segnalo due: quello di Hancock a Pittsfield (Massachusetts) e quello di Sabbathday Lake a New Gloucester (Maine).

shakers2La fama degli Shakers, tuttavia, non è correlata alla loro fede quanto piuttosto alla loro produzione di arredi. Se essi vedevano in se stessi soprattutto dei credenti, il mondo ricorda gli Shakers soprattutto come degli abili artigiani. Ma in verità le due cose non sono del tutto scollegate.

Spinti dal loro spiritualismo a ripudiare il lusso e il superfluo, gli Shakers svilupparono un concetto particolare di bellezza: un oggetto può dirsi davvero bello quando raggiunge il suo più elevato grado di funzionalità. Costruirono mobili nonchè attrezzi, abiti e cappelli mossi esclusivamente da questo principio, che la bellezza risiede nell’utilità. Anticiparono di circa 100 anni le idee dell’architetto Louis Sullivan riassunte nella formula “Form follows Function” e vengono a ragione considerati i precursori del funzionalismo.

shakers3Poichè i pezzi firmati sono molto rari (l’apposizione del marchio era quasi sempre vista come una manifestazione di superbia e individualismo) e piuttosto costosi (non è insolito raggiungere quotazioni di diverse migliaia di dollari), diventa importante saper distinguere gli originali dalle imitazioni.

Nella produzione shaker spiccano, per notorietà, le sedie con schienale alto a pioli e le scatole ovali in legno.

Ma basta parlare; un video può rendere l’idea meglio di tante parole…

Posted by YES at 8:00:00 Condividi su Delicious Condividi su Twitter Condividi su Facebook

Commenti

Commenti non presenti.

Commenta:

I commenti non devono essere usati come un luogo dove instaurare discussioni politico-ideologiche, nè come una bacheca per pubblicizzare altri siti. Tutti i messaggi non conformi alle regole verranno rimossi.







Smilies disponibili

SorrisoRisataFeliceMolto FeliceTristeMolto TristeArrabbiatoLinguacciaOcchiolinoFigoEeeh??CiecoImbarazzoDormeSospettosoGocciaFinto TontoOh My God!IndecisoShockatoAmoreMalatoNinjaFucileDevilFuck You



CodiceCodiceCodiceCodiceCodiceCodice

Powered by Lady Blackice