Homepage -> APP Blog -> USA Songs #4: Born in the U.S.A. - Bruce Springsteen

APP Blog

USA Songs #4: Born in the U.S.A. - Bruce Springsteen

In questo periodo stiamo facendo una full-immersion nelle canzoni natalizie americane, ma non dimentichiamoci della rubrica dedicata alle canzoni americane in generale. Siamo già al quarto appuntamento, e dopo tre canzoni abbastanza recenti, e giunta l'ora di parlare di un vero e proprio classico: Born in the U.S.A. di Bruce Springsteen.

Born in the U.S.A.Lanciato nel 1984, il brano è tratto dall'omonimo album, il settimo di Bruce Springsteen, ed è uno dei più noti, se non il più noto in assoluto, dell'autore.

La canzone, benché venga spesso scambiata per una specie di inno, è molto lontana dall'essere patriottica: è una feroce condanna alla Guerra del Vietnam e si sofferma in particolare sugli effetti che questo conflitto ha avuto sulle famiglie americane. Springsteen aveva diversi amici che avevano vissuto quest'esperienza sulla propria pelle, ed alcuni non avevano avuto la fortuna di tornare a casa.

Citazione preferita

I'm ten years down the road
Nowhere to run, ain't got nowhere to go

Curiosità

  • Born in the U.S.A. raggiunse la posizione della classifica dei singoli Billboard Hot 100 nel 1984.
  • Il brano occupa la 275° posizione nella classifica Rolling Stone delle 500 canzoni migliori di tutti i tempi.
  • Il brano occupa la 59° posizione nella classifica RIAA delle 365 canzoni più belle del secolo, stilata nel 2001.
  • La canzone è stata scritta nel 1981, come colonna sonora di un film che Paul Schrader stava cercando di fare. Tuttavia venne così bene che Springsteen decise di usarla per il suo album.
  • Inizialmente il brano doveva essere inserito nell'album Nebraska, ed era stato abbinato ad una melodia completamente diversa che, tuttavia, non convinceva né l'autore né il suo manager e produttore Jon Landau. La melodia che tutti conosciamo, invece, risale al 1982.
  • Springsteen rifiutò la richiesta di usare la canzone nella pubblicità delle macchine Chrysler, rinunciando a diversi milioni di dollari di compenso.

Video

Testo

[Chorus]

Born in the U.S.A.
Born in the U.S.A.
Born in the U.S.A.
Born in the U.S.A.

I got in a little hometown jam
And so they put a rifle in my hands
Sent me off to Vietnam
To go and kill the yellow man

[Chorus]

Born in the U.S.A.
Born in the U.S.A.
Born in the U.S.A.
Born in the U.S.A.

Come back home to the refinery
Hiring man says "Son if it was up to me"
I go down to see the V.A. man
He said "Son don't you understand"

[Chorus]

Born in the U.S.A.
Born in the U.S.A.
Born in the U.S.A.
Born in the U.S.A.

I had a buddy at Khe Sahn
Fighting off the Viet Cong
They're still there, he's all gone
He had a little girl in Saigon
I got a picture of him in her arms

Down in the shadow of the penitentiary
Out by the gas fires of the refinery
I'm ten years down the road
Nowhere to run, ain't got nowhere to go

I'm a long gone Daddy in the U.S.A.
Born in the U.S.A.
I'm a cool rocking Daddy in the U.S.A.
Born in the U.S.A.

[ Fonti: Wikipedia, Lyrics domain ]

Posted by Lady Blackice at 12:35:36 Condividi su Delicious Condividi su Twitter Condividi su Facebook

Commenti

Frank

L'ho sentita dal vivo per due volte, a Milano e a Udine!! Sorriso Sigh... bellissima canzone... per noi US-addicted e' ancora piu' preziosa!! Sorriso

WebSite Commento n° 1 [ 12:25:26, 16.12.2010 ]

Commenta:

I commenti non devono essere usati come un luogo dove instaurare discussioni politico-ideologiche, nè come una bacheca per pubblicizzare altri siti. Tutti i messaggi non conformi alle regole verranno rimossi.







Smilies disponibili

SorrisoRisataFeliceMolto FeliceTristeMolto TristeArrabbiatoLinguacciaOcchiolinoFigoEeeh??CiecoImbarazzoDormeSospettosoGocciaFinto TontoOh My God!IndecisoShockatoAmoreMalatoNinjaFucileDevilFuck You



CodiceCodiceCodiceCodiceCodiceCodice

Powered by Lady Blackice