Homepage -> APP Blog -> Good Morning America

APP Blog

Un passo nel futuro per San Diego

Good morning everybody! Eccoci qui con l'ultimo GMA prima delle vacanze estive... Sorriso

car2goQuesta settimana parliamo di car sharing, cioè di quel servizio che permette di utilizzare un'automobile su prenotazione, prelevandola e riportandola in uno dei parcheggi adibiti a questo scopo presenti in città e pagando in base all'utilizzo fatto. Tali servizi esistono anche da noi, soprattutto nelle città medio-grandi. A San Diego, California, però sta per sbarcare un car sharing molto... avveniristico. La città californiana sarà la prima del Nord America ad avere un car sharing fatto da Smart completamente elettriche, fornite dalla compagnia car2go. car2go, già presente in altre zone degli Stati Uniti ma con auto non elettriche, permette di noleggiare e utilizzare un'auto grazie all'utilizzo di una scheda (quindi niente chiavi). Inoltre, a differenza degli altri servizi di car sharing, le auto di car2go possono essere parcheggiate dovunque: quindi niente parcheggi appositi. Ancora: la gestione di tali auto (dove sono parcheggiate, quanta benzina ancora hanno, se necessitano di qualche tipo di manutenzione o meno, ecc.) viene fatta tutta online, grazie al GPS e ad applicazioni per terminali mobili.
A San Diego, tutto questo è accompagnato anche dal fatto che le auto sono completamente elettriche. Il programma inizierà verso la fine del 2011 e vedrà a disposizione della città 300 Smart Fortwo, ognuna alimentata con un sistema di propulsione elettrico da 30 kW e con una batteria a ioni di litio che promette una percorrenza di 84 miglia (circa 135 km) con una singola ricarica. Siccome la ricarica completa della batteria dura 8 ore, le auto hanno un sistema che permette di avere una batteria all'80% in circa 3 ore e mezza, in modo da avere un utilizzo quasi continuo delle varie vetture. Le auto potranno essere ricaricate in apposite stazioni, che verranno installate prima dell'inizio del servizio. Queste stazioni verranno messe a disposizione dalla Blink EV e saranno 1000, sparse in giro per l'intera città.

Dal lunedì al giovedì...
Lunedì 11 Luglio: dal 24 Luglio al 7 Novembre, al Moma di NY, gli oggetti parlano ai visitatori.
Martedì 12 Luglio: la candidata repubblicana alla Casa Bianca Michele Bachmann ha fatto un'altra gaffe, dicendo che i bambini neri crescevano meglio durante schiavitù.
Mercoledì 13 Luglio: coprifuoco per gli under 18 nei sobborghi di Washington?Una proposta per arginare le attività delle gand.
Giovedì 14 Luglio: niente birra in Minnesota, lo stato non può rinnovare le licenze per l’alcol.

[La notizia principale (così come l'immagine utilizzata) è tratta da Engadget. Le altre fonti sono riportate direttamente nel testo.]

Posted by Sam at 10:00:00 Commenti [0]

Americans are doers

Good morning everybody!

Obama alla CMULa scorsa settimana, il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama è stato alla Carnegie Mellon University, una delle più importanti università statunitensi, a presentare un progetto "manifatturiero", che coinvolge 6 grandi università americane e i più grandi produttori degli Stati Uniti. Il progetto prende il nome di Advanced Manufacturing Partnership e ha come scopo quello di unire il mondo dell'industria con quello delle università e del governo, per investire nelle tecnologie emergenti così da creare lavori di manifattura di alta qualità e che possano incrementare la competitività mondiale degli Stati Uniti. Non sto qui a riportarvi l'intero discorso, ma vi lascio il video nel caso in cui qualcuno volesse guardarlo. La notizia qui, oltre alla creazione di questo utile progetto, sta in una frase che potrebbe sintetizzare parte della visione dell'America che ha Obama. Frase che il Presidente ha pronunciato parlando dei prodotti realizzati delle start-up nate in seno alla Carnegie Mellon University:

They've become products made right here in America and, in many cases, sold all over the world. And that's in our blood. That's who we are. We are inventors, and we are makers, and we are doers.

Dal lunedì al giovedì...
Lunedì 4 Luglio: una cameriera fa causa al NY Post, dicendo che non è una prostituta.
Martedì 5 Luglio: sempre meno dollari di carta Sper colpa delle carte di credito.
Mercoledì 6 Luglio: va in onda la prima Town Hall di Obama via Twitter.
Giovedì 7 Luglio: il padre di Barack Obama voleva farlo adottare.

[La notizia principale (così come l'immagine utilizzata) è tratta da Carnegie Mellon University. Le altre fonti sono riportate direttamente nel testo.]

Posted by Sam at 10:00:00 Commenti [0]

Emergenze nazionali... via SMS

Good morning everybody!

FEMA alertingOggi parliamo di un nuovo sistema sperimentale, annunciato a Maggio di quest'anno a New York e poco dopo a Washington D.C., per avvisare gli statunitensi in caso di emergenza.
Il suo nome "ufficiale" è Personal Localized Alerting Network (PLAN, per gli amici) e dovrebbe essere disponibile in tutti gli Stati Uniti entro Aprile 2012. Il nuovo sistema permetterà di ricevere gli avvisi del Governo, degli stati e delle amministrazioni locali (per esempio in caso di sospetto rapimento di minore) grazie a dei cellulari "speciali", dotati di un chip e di uno software apposito. Inoltre, il nuovo sistema avverte anche in caso di attacchi terroristici e di disastri naturali (imminenti o previsti). Questo è quanto garantisce la Federal Communications Commission (FCC) e la Federal Emergency Management Agency (FEMA). Dopo l'11 Settembre, il Governo tiene molto a dare informazioni chiare e accurate ai suoi cittadini, soprattutto durante momenti critici. Entro la fine del 2011, il sistema dovrebbe essere attivo a New York e a Washington, e solo i telefoni cellulari di ultima generazione sono in grado di ricevere queste notifiche, grazie anche agli accordi presi con le varie compagnie telefoniche (AT&T, Verizon, ecc.). Dall'anno prossimo, però, tutti i telefoni saranno costretti a installare un chip per ricevere gli avvisi.

Dal lunedì al giovedì...
Lunedì 20 Giugno: il Moma di New York e il Maxxi di Roma uniti per promuovere l’architettura.
Martedì 21 Giugno: allarme squalo bianco in California. Spiaggia chiusa per giorni.
Mercoledì 22 Giugno: il sindaco di Boston contro alcune magliette Nike con scritte equivoche.
Giovedì 23 Giugno: il petrolio cala a New York. Arriva a quota 91 dollari.

[La notizia principale (così come l'immagine utilizzata) è tratta da New York Daily News. Le altre fonti sono nel testo.]

Posted by Sam at 10:00:00 Commenti [0]

Le e-mail di Sarah

Good morning everybody!

Inizio con il scusarmi per questo "cambio di giorno" per il GMA: è solo per questa volta ed è dovuto a qualche problema che ho avuto ieri con la connessione a Internet. In ogni caso, il GMA di questa settimana è dedicato a... Sarah Palin.
Palin 2010Lo stato dell'Alaska, infatti, ha rilasciato qualcosa come 24.199 pagine di e-mail inviate da Sarah Palin quando era governatrice dello stato e, in particolare, dal 2006 al 2008. La maggior parte di queste mail non fanno altro che confermare ciò che già si era intuito sulla Palin. Altre, invece, sono quantomeno curiose o simpatiche, e vanno dall'ammirazione per Obama (!) agli scherzi con Bush. The Daily Beast ne ha selezionate 14, classificandole come "juiciest". Oggi ve ne riporto solo tre tra queste quattordici, che mi hanno particolarmente colpito.
Parole gentili per Obama
In una mail datata 4 Agosto 2008, la Palin scrive che Obama ha fatto un "gran discorso" in Michigan e scrive di aver apprezzato il fatto che abbia citato l'Alaska. Scrive: "Abbiamo bisogno di trarre vantaggio da questo e scrivere un comunicato dicendo che lui [Obama] ha ragione." E aggiunge, in una mail seguente: "Molto bene. Candidato sbagliato."
I cambiamenti climatici sono importanti
Anche se ha sostenuto pubblicamente che i cambiamenti climatici sono "junk science", in una mail datata 15 Settembre 2008 scrive: "I cambiamenti climatici sono il problema principale nel nostro stato." Evviva la coerenza!
Dio, aiutami tu!
Palin ha chiesto di essere guidata da Dio quando un gruppo di Repubblicani le hanno chiesto di ridurre il budget. Scrive: "Io ho pregato per essere consigliata su questo... Dio mi mostrerà cosa fare con il budget perché io non ho ancora trovato la giusta strada". Palin dirà poi che l'oleodotto supportato da lei è "volontà di Dio".

Dal lunedì al giovedì...
Lunedì 13 Giugno: nuove regole per l'FBI. Più poteri e meno privacy.
Martedì 14 Giugno: non abbiamo abbastanza ingegneri, dice Obama. Qui qualcuno disponibile c'è, risponderei io... Sorriso
Mercoledì 15 Giugno: Michelle Obama fa l'attrice, ma solo per un giorno.
Giovedì 16 Giugno: nel 2012 vincerà nuovamente Obama, secondo Yale.

[Le fonti utilizzate sono nel corso del testo. L'immagine è tratta da "The Daily Beast".]

Posted by Sam at 10:00:00 Commenti [1]

Obama e il tecnologo per le Presidenziali

Good morning everybody!

Più passano i mesi e più, negli Stati Uniti, si sente l'avvicinarsi del prossimo "grande evento": le Presidenziali del 2012. Obama ha annunciato tempo fa la sua intenzione di ricandidarsi. E, come aveva già fatto per le scorse elezioni, ha puntato tutto sulla tecnologia, facendo l'annuncio via Twitter, YouTube e Facebook, chiedendo agli americani "Are You In?". Per le elezioni del 2012, però, un personaggio alquanto particolare si è unito al team Obama come chief technology officer (CTO, abbreviato): Harper Reed.
Harper ReedHarper Reed, di 33 anni, è stato il CTO dell'azienda di vestiti "Threadless" e si concentrerà sull'aiutare gli operatori delle varie zone a migliorare i propri contatti con le persone aventi diritto al voto. Reed è molto noto soprattutto nell'area di Chicago ed è uno dei volti più riconoscibili tra le startup di Chicago. Per la campagna di Obama, lavorerà con due "veterani" della campagna del 2008, il Chief Digital Strategist Joe Rospars e il Chief Integration and Innovation Officer Michael Slaby, il secondo dei quali ha addirittura lasciato il proprio lavoro per dedicarsi a tempo pieno alla campagna presidenziale. Reed, come potete vedere dalla foto, è un tipo alquanto strano e le persone che hanno lavorato con lui ammettono senza problemi che non è una di quelle persone che inviteresti a una riunione in azienda. Però, al di là delle apparenze, è davvero in gamba, avendo raccolto parecchi successi nel suo passato. Anche se è comunque un tipo alquanto particolare: nel 2010, per esempio, ha "maniacalmente" tracciato le sue ore di sonno, i suoi passi, il suo peso, i suoi spostamenti, ... riportandoli sul suo blog. Ecco quindi che, da quando ha attivato questo sistema di tracciamento, ha dormito in media 7.1 ore ogni notte, andando a letto alle 2 del mattino; ha usato Twitter 12 volte al giorno; il 9 Agosto ha fatto 21.423 passi e ha passato 88 giorni viaggiando fuori Chicago.
Insomma, un tipo particolare che potrà portare un tocco di novità alla campagna di Obama. E, chissà, magari "convincere" più persone ad andare a votare... Sorriso

Dal lunedì al giovedì...
Lunedì 6 Giugno: Facebook è l'azienda con i dipendenti più giovani in tutti gli States. Ma anche i più stressati.
Martedì 7 Giugno: Steve Jobs presenta il nuovo campus di Apple al consiglio comunale di Cupertino: sembra un'astronave.
Mercoledì 8 Giugno: è il "World IPv6 Day", un evento organizzato per testare il nuovo protocollo IPv6 che dovrebbe sostituire il vecchio, IPv4, quello ancora usato attualmente.
Giovedì 9 Giugno: Michael J. Fox, volto degli anni '80, compie 50 anni. Lottan con il morbo di Parkinson da 20 anni.

[La notizia principale e l'immagine sono tratte dal Chicago Tribune. Le altre fonti utilizzate sono riportate nel corpo del testo.]

Posted by Sam at 10:00:00 Commenti [0]

I tornado a spasso negli States

Good morning everybody!

Gli Stati Uniti, si sa, sono un Paese con climi e condizioni atmosferiche molto variegate: si passa dal caldo della California, al freddo dell'Alaska, al deserto di stati come l'Arizona. Un fenomeno che riguarda soprattutto gli Stati del Sud e del Midwest sono i tornado. Nei soli mesi di Aprile e Maggio se ne sono contati circa 1300, secondo le stime preliminari fornite dal National Weather Service. Queste trombe d'aria, affascinanti sotto alcuni aspetti, sono causa di molti danni a cose e persone.
TornadoNe è un esempio quello che è successo la scorsa domenica, 22 Maggio, a Joplin, nel Missouri, dove si è registrato il più alto numero di vittime causate da un tornado dal 1953. Le persone morte, al momento, sono 124 mentre i dispersi sono circa 1500. Duemila le case distrutte. Tanti, contando che Joplin è una cittadina che conta circa 50 mila abitanti, diversi dai quali fuggiti dalla città prima che arrivasse il tornado. Tornado classificato dalle autorità di tipo EF-5, sigla che indica un fenomeno con due o più centri di rotazione e venti che superano i 200 km/h. I soccorsi sono ancora all'opera, ostacolati dai forti venti che hanno continuato a soffiare nella zona per giorni.
Lo stesso giorno, un altro tornado ha colpito l’area nord di Minneapolis, causando meno danni ma pur sempre tanti disagi. A Minneapolis, infatti, è morta "solo" una persona. Il numero di feriti si è fermato a 29 feriti e sono state danneggiate un centinaio di case. Migliaia di abitazioni, però, sono rimaste senza corrente elettrica, con parte della città sottoposta al coprifuoco e con le scuole chiuse. A fine Aprile, giusto per completare il quadro, altri tornado avevano colpito altri sei stati del Sud (Alabama - in foto -, Tennessee, Mississippi, Georgia, Virginia, Kentucky), causando circa 300 morti.
Alcune aree degli Stati Uniti, quindi, sembrano più soggette ai tornado di altre. Infatti, nel linguaggio colloquiale e giornalistico statunitense, è stato coniato il termine Tornado Alley per indicare l'area dove i tornado sono più frequenti. La Tornado Alley comprende parte del Texas, dell'Oklahoma, del Kansas, la parte est del Colorado, l'intero Nebraska, la parte ovest dell’Iowa e piccole aree del South Dakota e del Minnesota. Quest'area, però, non è riconosciuta officialmente da nessuna agenzia federale. Pertanto, The Daily Beast ha recuperato i dati registrati sui tornado negli USA dal 1950 ad oggi per elencare i 20 Stati più soggetti a tornado. Per classificare gli stati sulla base del rischio di venire colpiti da un tornado, sono stati considerati il numero totale di tornado e la intensità media dei tornadi che hanno colpito ciascun stato dal 1950 a oggi, secondo gli archivi dell'Atmospheric Administration Storm Prediction Center.
Nel caso in cui andiate negli States, per una vacanza o per viverci, ecco i primi 10 dei venti stati da tenere d'occhio:

  • l'Oklahoma merita il primo posto, con 3290 tornado dal 1950 aventi una intensità media dei tornado di 1.01 (su una scala da 1 a 5);
  • il Mississippi, ha avuto 1790 tornado nel periodo considerato e un'intensità media per tornado di 1.15;
  • l'Indiana ha visto passare, sul suo territorio, 1235 tornado, con un'intensità media di 1.23;
  • la Luisiana conta 1689 tornado con un'intensità media di 1.02;
  • l'Iowa ha visto passare 2212 tornado di intensità media pari a 0.97;
  • l'Alabama ha avuto 1695 tornado con intensità media pari a 1.12;
  • l'Arkansas conta 1587 tornado di intensità media pari a 1.26;
  • l'Illinois ha avuto 2102 tornado con un'intensità media di 0.89;
  • il Kansas ha visto passare sul suo territorio 3667 tornado con un'intensità media a 0.74;
  • il Missouri ha avuto 1942 tornado con un'intensità media di 1.05.

Se vi state chiedendo, leggendo questa lista, come mai stati come il Kansas (con 3667 tornado) occupano una posizione inferiore rispetto all’Arkansas (con 1587 tornado), sappiate che nello stillare questa classifica si è tenuto conto anche della grandezza degli stati e del numero di morti e feriti negli anni. Quindi, per fare un esempio, un numero più grande di tornado di bassa potenza che passa su stati grandi e che causa poche vittime occuperà un posto in classifica più basso rispetto a uno staterello che ha visto passare meno tornado ma di intensità maggiore e che hanno causato più problemi.

Dal lunedì al giovedì...
Lunedì 23 Maggio: entra in vigore il divieto di fumo nei parchi pubblici, nelle spiaggie e nelle piazze pedonali di New York.
Martedì 24 Maggio: la NASA presenta il progetto della navicella spaziale che dovrà portare gli astronauti americani su Marte. Non ha un nome, solo un identificativo generico: Multi Purpose Crew Vehicle (MPCV).
Mercoledì 25 Maggio: "Il mondo ha bisogno degli americani e degli inglesi". Lo afferma il Presidente Barack Obama al Parlamento di Londra.
Giovedì 26 Maggio: i Dallas Mavericks si sono aggiudicati il titolo della Western Conference dell’NBA e volano in finale, per la prima volta dal 2006. Dovranno vedersela contro i Chicago Bulls o i Miami Heat.

[Le fonti utilizzate sono riportate nel corpo del testo. L’immagine è tratta da The Daily Beast, già citato]

Posted by Sam at 10:00:00 Commenti [0]

| Next » |