Homepage -> APP Blog -> USA in Italy

APP Blog

Flags of America: il dopoguerra in mostra a Modena

Dopo tanto tempo torniamo ad occuparci di arte, in particolare di mostre fotografiche, segnalando un'occasione imperdibile per gli amici di Modena appassionati sia di Stati Uniti che di fotografia.

Untitled (Montage of a boy on steps with American flag), 1976, Van Deren CokeFlags of America è un progetto promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, che mette in mostra opere acquisite di recente di Ansel Adams, Robert Adams, Diane Arbus, Richard Avedon, Wynn Bullock, Harry Callahan, Paul Caponigro, Walter Chappell, Van Deren Coke, Bruce Davidson, Roy DeCarava, Robert Frank, Lee Friedlander, John Gossage, Ralph Eugene Meatyard, Robert Misrach, Irving Penn, Stephen Shore, Aaron Siskind, Edward Weston, Minor White, Garry Winogrand.

Si tratta di grandi nomi, che raccontano l'America del dopoguerra, ognuno a modo suo: chi con lo sguardo rivolto al paesaggio, chi alle persone, chi a sofisticate sperimentazioni.

Riportiamo, dal sito ufficiale:

Le nuove opere acquisite dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena per la collezione di fotografia internazionale ripercorrono il lavoro di ventidue autori che, tra gli anni Quaranta e gli anni Settanta, hanno scritto alcune delle più importanti pagine della fotografia americana.

Bay Theatre, Second Street, Ashland, Wisconsin, July 9, 1973, Stephen ShoreLa mostra, curata da Filippo Maggia, è stata inaugurata il 15 dicembre presso l'Ex Ospedale Sant’Agostino (Largo Porta Sant'Agostino, 228, 41121 Modena), e resterà aperta fino al 7 aprile 2013.

L'ingresso costa €5.00, mentre per gli orari di apertura vi rimandiamo al sito ufficiale.

Volendo, poi, è possibile acquistare online il catalogo della mostra (su IBS) per €34.00.

Cosa ne pensate, andrete a vederla?

[ Fonte: Fondazione Fotografia ]

Posted by Lady Blackice at 10:32:54 Commenti [0]

Un angolo di paradiso a Roma: Bakery House

Oggi vi parlo dell'ennesimo locale Starbucks-inspired che potete trovare nella Capitale. Se della caffetteria americana per l'eccellenza, nonostante ogni tanto si susseguano rumors e smentite su possibili aperture a Roma e Milano, continua tristemente a non esserci traccia nel nostro paese, le alternative, più o meno riuscite, non mancano.

A questo trend se ne sta aggiungendo un altro... Avete presente Buddy, il Boss delle torte? Immagino di si... Da quando Realtime TV ha portato nelle nostre case le immagini di quelle torte spettacolari, qualcuno si è messo all'opera ed ha deciso di imitarlo. Bakery HouseIl risultato della fusione di questi due trend è che adesso è abbastanza facile imbattersi in queste caffetterie/pasticcerie dall'ispirazione squisitamente americana che da un lato permettono, su richiesta, di avere torte fuori dal comune per le occasioni speciali, e dall'altro di sedersi e chiacchierare in un ambiente soft e rilassato, gustando qualche fetta dei dolci più famosi della tradizione americana, sorseggiando caffè o, perchè no, lavorando con il proprio pc e navigando con strumenti messi a disposizione dei clienti. L'ultima volta vi avevamo parlato di Sweety Rome, oggi tocca a Bakery House.

Bakery HouseLa storia è più o meno questa: io prendo spesso l'80 per muovermi nella capitale ed una mattina in cui evidentemente ero più sveglia del solito ho notato questa vetrina con dolci invitanti e colori pastello. Annotato velocemente il nome, l'autobus è ripartito lasciandomi con la curiosità: faranno dolci americani anche loro? Arrivata a casa ho rintracciato il sito, la pagina Facebook, Twitter, YouTube e quant'altro ed ho scoperto che sì, il locale serve dolci americani, e anche che ha aperto da pochissimo: l'8 gennaio di quest'anno. CheesecakeCosì ho coinvolto YES ed insieme abbiamo deciso di andare a verificare di persona la bontà dei prodotti. Poi non dite che non ci sacrifichiamo per voi eh!! Linguaccia

Cosa abbiamo ordinato: una fetta di cheesecake alle fragole, una di brownie, un caffè espresso ed un thè freddo. Tutto squisito e, contrariamente ad altri locali dello stesso genere, porzioni generosissime. Il motto del locale è la qualità, data da ingredienti freschi e dolci di giornata, e noi non possiamo che confermare.

BrownieLo staff: giovane, sorridente ed impeccabile nel servizio. Cosa volere di più?

L'idea in più: la cura dei particolari ci ha stupito positivamente. Nel locale è possibile acquistare delle carinissime tazze brandizzate con la scritta "Love Your Mug", con o senza cupcake all'interno, ma, soprattutto, è possibile utilizzare dei comodi iPad attaccati al muro davanti a delle postazioni "singole".

Per i meno timidi, è anche possibile lasciare sugli iPad i propri autoscatti, che finiranno poi nella pagina Facebook del locale. Bakery HouseDavvero un'idea carina!

Gli orari: 8.00 - 23.00 dal martedì al venerdì, 9.30 - 20.30 il sabato e la domenica.

Come arrivare: se avete la macchina non avrete grosse difficoltà, il locale si trova al civico 157 di Corso Trieste (Piazza Istria). La piacevole sorpresa è che è facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici, poichè la fermata Trieste/Istria (72673), dove fermano le linee 38, 80, 88, 93, 233, si trova esattamente davanti al locale. E, semmai si dovessero decidere ad aprirla, sappiate che anche la nuova fermata della linea metro B1, Annibaliano, è a due passi. Avete l'imbarazzo della scelta insomma!

Home Sweet Home: se volete gustare le prelibatezze di Bakery House senza rinunciare alla comodità di casa vostra, segnaliamo anche le opzioni Take Away e Delivery (solo per le zone Parioli, Pinciano, Africano, Salario, Nomentano).

Il video

L'augurio: Bakery Housea Bakery House auguriamo tutto il successo che merita, perché sono la dimostrazione vivente che locali di questo tipo, che escono fuori dagli schemi italiani, possono funzionare anche ne nostro paese, sono la dimostrazione che quando un'idea è buona, può funzionare anche in un periodo economicamente critico come quello che stiamo attraversando, ma soprattutto sono la dimostrazione che qualità dei prodotti e del servizio vengono riconosciuti ed apprezzati.

Mille di questi bagel ragazzi! Occhiolino

Posted by Lady Blackice at 10:30:18 Commenti [1]

Testato per voi: The Perfect Bun

Nostalgia degli States? Magari quest'estate siete riusciti ad organizzare la tanto agognata vacanza a stelle e strisce ed adesso vi assale il terribile stress da rientro?

The Perfect BunTranquilli, basta un hamburger per tornare a sorridere, e se vi trovate a passare per Roma, abbiamo un localino da segnalarvi: The Perfect Bun (Largo del Teatro Valle 4).

Premetto che non sono ancora riuscita ad andare a verificare di persona, ma vi giro le informazioni e le foto che mi ha gentilmente inviato il mio amico Tex dopo un accurato test delle specialità del suddetto locale.

Ma bando alle ciance, vediamo cosa ci dice Tex...

Il locale e veramente bello ed il menù credo sia adeguato: c'è una buona scelta di panini, tutti serviti al piatto con contorno di patatine, e di dimensioni generose. Noi abbiamo preso come antipasto i "Nachos" e poi un panino. Quasi nessuno è riuscito a finire il panino e nessuno il panino più le patatine!
Non ho provato la "Bisteccheria" ma penso non abbia molta importanza.
Ali e cosce di pollo sono molto buone (e molto richieste, specialmente dagli stranieri) ed anche i dolci non sono male... magari un po' ridotti come scelta. Insomma un locale carino da visitare almeno una volta!
Purtroppo un lato negativo c'è: è un locale del centro e per ordinare un panino si spende minimo 16 euro, escluse le bevande! Per partecipare al brunch poi (che si fa solo di domenica) bisogna pagare 25 euro (sempre bevande escluse).

Un'occhiata più da vicino...

Il locale
The Perfect Bun - Il locale
The Perfect Bun - Il locale
The Perfect Bun - Il locale
Il menù
The Perfect Bun - Menu
The Perfect Bun - Menu
Bacon Cheeseburger
The Perfect Bun - Bacon Cheeseburger
Nachos
The Perfect Bun - Nachos Single
Hell's Burger
The Perfect Bun - Hell's Burger
Chocolate Fudge
The Perfect Bun - Chocolate Fudge

Ricapitolando: un locale da provare, magari per una serata particolare all'insegna degli USA, tenendo presenti i pro (porzioni generose) ed i contro (prezzi un po' gonfiati).

E voi, avete mai mangiato da The Perfect Bun? Cosa ne pensate?

Posted by Lady Blackice at 16:30:48 Commenti [0]

Sweety Rome - Un'occhiata più da vicino...

Diversi mesi fa vi avevo segnalato uno dei tanti locali specializzati in pasticceria americana che stanno nascendo a Roma: Sweety Rome. Mi ripromettevo di farlo da tanto tempo, ma sono riuscita ad andare a curiosare di persona solo venerdì scorso, quindi adesso posso passare ad una recensione più ragionata.

Sweety RomeSweety Rome - Via Milano, 48, 00184 Roma - è facilissimo da raggiungere; volendo, se avete voglia di fare due passi, potete arrivarci facilmente anche a piedi dalla Stazione Termini. Raggiungete Piazza della Repubblica, svoltate su Via Nazionale e percorretela fino a superare il Palazzo delle Esposizioni; sulla sinistra troverete la traversa in cui si trova il locale: Via Milano.

Il locale è situato sulla destra, a pochi metri dall'incrocio con Via Nazionale, e non dovreste avere problemi a trovarlo. Pur essendo piccolino, l'insegna è ben visibile.

Sweety RomeAll'interno risulta piuttosto piccolo, stretto e lungo. Sulla destra c'è la cassa ed un bancone in cui sono esposti un po' di dolci, mentre sulla sinistra e nella parte più interna ci sono dei tavoli per sedersi. Due sgabelli bianchi, in tinta con l'arredamento interno, si trovano anche davanti all'ingresso, nel caso si vogliano gustare i dolcetti all'aperto. Purtroppo, però, il tempo non lo permette ancora...

La mia esperienza, ve lo dico subito, non è stata positiva al 100%. Avendo letto recensioni entusiaste su questo locale, ero piena di aspettative che non sono state soddisfatte del tutto. Come dicevo sopra, ci sono andata venerdì pomeriggio, insieme ad un'amica. Saranno state più o meno le 18:00 ed il locale sembrava abbastanza pieno, ma non affollato ad un punto tale da non trovare posto a sedere.

Non c'erano tantissimi dolci in esposizione: 3 o 4 tipi di cupcakes, cheesecake classico, brownies e poco altro, tutto a €3 a porzione. Abbiamo ordinato cheesecake (io) e cupcake (la mia amica), e ci saremmo aspettate piattino, forchettina e posto al tavolo. Invece niente, senza chiedere dove avevamo intenzione di mangiarli, ci hanno messo direttamente i due dolci in vaschettine di plastica a portar via (schiacciando tutta la glassa del cupcake, fra l'altro). A quel punto ho chiesto se fosse possibile mangiare i dolci al tavolo, ma la ragazza alla cassa mi ha risposto di no perché era tutto pieno.

Sweety Rome - CupcakeCe ne siamo andate, quindi, un po' infastidite, rassegnate a mangiarci il nostro dolcetto sedute sulle panche di Via Nazionale, senonché, tirando fuori le vaschettine dalla busta, ci siamo rese conto che la cosa non sarebbe stata molto agevole, visto che non ci avevano dato né tovagliolini né forchettine o cucchiani di plastica (e passi per la cupcake, ma sfido chiunque a mangiare cheesecake per strada senza posate senza ricoprirsi di marmellata...). Anche volendo, poi, in quel momento preciso ha iniziato a piovere, e ci siamo viste costrette a riporre i nostri bei dolcetti per mangiarceli poi a casa. Quando si dice la sfiga... Goccia

Se dovessi dare un voto, sarebbero 3 stelline su 5. Attenzione, però, non sto bocciando il locale su tutta la linea, sto solo bocciando il servizio.

Niente da obiettare sui dolci: in tutta onestà erano buoni, bellissimi da vedere ed i prezzi, pur considerando le porzioni non troppo generose, non particolarmente alti considerando la media nei locali di questo tipo. Il cheesecake era gustoso, classico New York style, con un forte aroma di vaniglia, come in tutti quelli che mi è capitato di mangiare in Italia. La cupcake, che non ho assaggiato, a giudizio insindacabile della mia amica era buona. Linguaccia

Sweety Rome - CheesecakeIl servizio, come dicevo sopra, è chiaramente da perfezionare. Se due ragazze ordinano un dolce a testa, è probabile che vogliano mangiarlo sedute dentro al locale; se non c'è posto, è bene dirlo al momento dell'ordinazione; se non c'è altra soluzione, è comunque bene prevedere soluzioni da asporto più adeguate, con vaschettine in grado di contenere i dolci senza rovinarli (nel caso della cupcake) e posate per mangiarli fuori.

In conclusione, il locale continuo a consigliarvelo, ma con un avvertimento spassionato: a meno che non vogliate ordinare torte di compleanno personalizzate (si può, e sono bellissime!), richiedere consegne a domicilio, o prendere dolci a portar via, se andate per la colazione, il brunch domenicale, o semplicemente a fare merdenda a metà pomeriggio di un qualsiasi giorno infrasettimanale, PRENOTATE! Molto Felice

Posted by Lady Blackice at 14:00:01 Commenti [2]

Dolcezze americane a Roma e Firenze

Cupcake Swety RomeOgni tanto capita di navigare alla ricerca di informazioni completamente slegate dagli States e di imbattersi in cose molto interessanti. Oggi, ad esempio, ho scoperto l'esistenza di ben due pasticcerie USA-inspired, una a Roma e una a Firenze, e non posso non riportarvi gli indirizzi...

  • Mama's Bakery (Via della Chiesa, 34/r, 50125 Firenze)
    Mama's Bakery, di Matt Reinecke e sua moglie Cristina, propone un ambiente rilassante e amichevole dove gustare i prodotti della tradizione americana, come torte, tortine, muffins e biscotti tipici degli Stati Uniti accompagnati dall'immancabile caffè americano. A pranzo si possono assaggiare panini preparati con pani speciali, bagels, quiche e mini quiche con verdure di stagione, mentre a merenda è possibile scegliere tra una vasta selezione di biscotti, torte, brownies oppure panini.
  • Sweety Rome (Via Milano, 48, 00184 Roma)
    Sweety Rome offre il meglio della pasticceria internazionale a Roma, con dolci realizzati artigianalmente nel laboratorio interno al locale, utilizzando ingredienti freschi di prima qualità provenienti da ogni parte del mondo. La pasticceria offre i dolci tipici della tradizione americana: muffins, cookies, scones, cheesecake, torte al cioccolato e pie alla frutta, mentre la caffetteria permette di innaffiare il tutto con molte varianti di caffè. L'offerta varia a secoda del pasto che si sceglie di consumare: colazione, pranzo o brunch.

Per il momento non ho avuto modo di testare personalmente nessuno dei due (da Sweety Rome conto di andare presto, però...), se li conoscete fateci sapere il vostro giudizio. Oppure annotate nomi ed indirizzi e andate a curiosare anche voi! Figo

[ Foto from Sweety Rome ]

Posted by Lady Blackice at 15:50:17 Commenti [5]

McCafé: una piccola recensione

Da qualche anno a questa parte McDonald's sta aprendo, nei suoi locali, una specie di bar che ha chiamato McCafé. Recentemente leggevo che queste caffetterie vengono considerate, nel resto del mondo, come delle alternative a Starbucks. Ora, visto che in Italia Starbucks non c'è, ci si potrebbe "accontentare" di questi locali, che sono più di 100 sparsi in tutta Italia?!

Complice il fatto che ne hanno aperto uno da circa una settimana sulla strada che faccio in auto per andare a casa dai miei, ho deciso di fermarmi due volte e provare qualche prodotto. Ecco, quindi, una piccola recensione!

Il locale
Il McCafé a cui sono andato si trova ad Asti ed all'interno di un McDonald's di recente costruzione: devo dire che è molto carino, più "elegante" e meno "plasticoso" di altri McDonald's che ho visto in giro. Il McCafé ha un bancone dedicato, separato da quello per hamburger & Co. Sopra il bancone si trova il menù del McCafé con i prezzi effettuati.

I prodotti
McCaféSi possono bere e mangiare diverse cose. Si va dal caffè espresso al cappuccino, passando dai frappé (al cappuccino e al caramello, per citarne due) e dal caffè americano.

Tra le cose da mangiare si possono trovare i classici croissant ma anche i donut e varie torte, tra cui spunta un cheesecake che prende il nome di Monterosa Cheesecake. Alcune bevande, anche se non tutte, sono disponibili nel formato "normale" e "grande" (0,3 litri).

I prodotti si possono consumare sul posto o portarli via. Io ho assaggiato, nelle mie due visite, il Monterosa Cheesecake, il frappé al cappuccino e il caffè americano; le bevande le ho sempre fatte preparare in modo che potessi portarle via e berle in giro.

Due parole sul...
... Monterosa Cheesecake
Caffè americano e Monterosa CheesecakeDevo dire che ho trovato il cheesecake davvero buono. Peccato che non abbia niente a che fare con il cheesecake "americano", ma che sia fatto con il pan di spagna e con una specie di panna... Sospettoso

... frappé al cappuccino
Ho preso il frappé al cappuccino perché era quello che, come nome, più mi ricordava il frappuccino di Starbucks. Premetto che non ho mai assaggiato il frappuccino e quindi non possono assolutamente fare confronti. Devo dire, però, che anche questo prodotto era buono! L'unica nota negativa? I bicchieri hanno solo il coperchio piatto che vedete in foto e quindi la panna che si trova sopra il frappé viene irrimediabilmente schiacciata! Spero che il mio sia stato un caso isolato, visto che chi mi ha preparato il frappé ha dovuto leggere da una specie di manuale come farlo; d'altra parte è abbastanza comprensibile: avevano aperto da neanche una settimana!

... caffè americano
Il caffè americano non viene preparato con la macchina a filtro, ma con la tipica macchina da caffè che si trova nei bar. Quindi viene realizzato come un doppio espresso lungo con aggiunta di acqua *ustionante*. Anche da Starbucks, per quanto ne so, si può avere il caffè preparato in questo modo, però lì si può scegliere.

Devo dire, in ogni modo, che non sapeva di caffè espresso annacquato ma che, anche lui, era bevibile, una volta fatto tornare a una temperatura accettabile! Felice

Conclusioni
L'esperienza McCafé è stata decisamente positiva. Peccato per alcuni dettagli, come la mancanza di coperchi non piatti per bevande come i frappé o la scarsa preparazione del personale che mi ha servito (quando ho chiesto il caffè americano mi stava preparando un cappuccino, per dire). Anche se, data la "giovane età" del locale, il secondo è un difetto più che accettabile e rimediabile, con il passare del tempo!

Se volete saperne di più sui McCafé in Italia vi rimando al loro sito ufficiale: McDonald's Italia - McCafé, mentre se volete raccontarci cosa ne pensate dei McCafé (ma anche di locali simili) e come trovate i loro prodotti più "americani", potete farlo nei commenti o nel nostro forum, in questo topic: Locali American Style in Italia.

Se siete interessati al caffè americano in generale, invece, potete dare un'occhiata a quest'altro topic del nostro forum: Caffè americano.

Alla prossima! Occhiolino

Posted by Sam at 9:42:19 Commenti [3]

| Next » |