La nuova struttura del forum - Informazioni sul recente restyling del forum.

Autore Topic: Cosa pensate della pena di morte?  (Letto 51749 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Mark

  • Visitatore
Cosa pensate della pena di morte?
« il: Martedì 19 Settembre 2006, 12:54 »
Ciao a tutti,
la domanda, come da oggetto, è semplice e diretta: cosa pensate della pena di morte? Io ho un idea ben precisa su questa tematica, ma prima vorrei conoscere le vostre opinioni.
Fatevi sotto...

Joker

  • Visitatore
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #1 il: Martedì 19 Settembre 2006, 21:38 »
Un bel tema "hot" che non passa mai di moda... io fino a pochi anni fa ero favorevole, ma poi ho cambiato idea. Ritengo infatti che la pena di morte non sia un deterrente per gli assassini, e credo invece nell'ergastolo duro. Un assassino morto non può riportare in vita chi ha ucciso, ma tenerlo a regime di carcere duro per tutta la vita mi pare una punizione peggiore, perchè significa privarlo della sua libertà e della sua vita, quando la morte non può che liberarlo dai rimorsi e dalla colpa.
Sono contrario anche alla pena di morte per i militari condannati alla corte marziale, ma in linea di massima credo che si possa fare un'eccezione per i terroristi, quelli prima li si uccide e meglio è per tutti.

Offline Lady Blackice

  • The Boss
  • Amministratore
  • APP Super Member
  • *****
  • Post: 3725
  • Karma: +201/-0
  • Sesso: Femmina
  • USA: the Land of the Free, the Home of the Brave!
    • Mostra profilo
    • Lady Blackice - Yes, A Female Engineer, It's Possible!
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #2 il: Mercoledì 20 Settembre 2006, 09:10 »
Uhhhh... che domandona Mark! :o
Però non si fa, tirare fuori un tema così senza dirci prima come la pensi tu!

L'argomento è particolarmente controverso, e ci sarebbe da disquisire per ore, ma visto che vado particolarmente di fretta andrò dritta al punto.

Sono favorevole, in tutti quei casi di omicidio e pluriomicidio in cui la colpevolezza è stata provata senza ombra di dubbio (prove del DNA e simili).
Ci sono delle autentiche bestie in giro per il mondo che si sono macchiate delle peggiori atrocità. Non c'è perdono né redenzione per loro.

Capisco il tuo punto di vista Joker, e in effetti hai ragione, neanche la pena di morte costituisce un deterrente, ma le carceri hanno i loro costi, e in fin dei conti con l'ergastolo è lo Stato (di conseguenza i cittadini) a farsi carico di persone che hanno agito oltre ogni legge. Secondo me è inaccettabile.

La domanda a mio avviso è un'altra: credete che una persona che si è macchiata di crimini tanto gravi possa redimersi? Credete che ci sia un barlume di speranza per persone così, o che ne possa venir fuori qualcosa di buono?

Se si è più che giustificato essere contro la pena di morte.
Io purtroppo una visione così rosea non ce l'ho...

Immagino vi potrà sembrare un po' estrema come visione, ma è solo un'opinione personale.
In ogni caso preferirei vivere in un paese in cui gli assassini pagano per quello che hanno fatto, anzichè in uno in cui i deliquenti sono in giro grazie all'indulto.

La mia l'ho detta, a voi la palla...
Ripetete tutti con me: "Leggere il REGOLAMENTO è cosa buona e giusta!" ;)

My Blog: Lady Blackice - Yes, A Female Engineer, It's Possible!

"You'd have to walk a thousand miles in my shoes
just to see what it's like to be me.
"

Mark

  • Visitatore
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #3 il: Mercoledì 20 Settembre 2006, 10:47 »
Il mio pensiero lo tiro fuori in un attimo: sono FAVOREVOLE alla pena di morte, punto! Per me chi sbaglia deve pagare. Ovviamente se uno ruba una macchina non merita una simile pena, ci mancherebbe altro. Ma chi ammazza, sevizia o violenta gli esseri più indifesi come i bambini, merita di morire all'istante. Ho una visione molto drastica sulla faccenda e mi dispiace se questo può dare fastidio a qualcuno, ma io la penso così. L'ergastolo a vita mi andrebbe bene se solo i carcerati venissero trattati come tali. Oggi, invece, godono di ogni diritto: tv a colori, doccia calda, permessi premio, hanno la possibilità di studiare, eccetera. Insomma, personaggi come Alessi (l'assassino del piccolo Tommaso), oppure come Marc Dutroux (il mostro di Marcinelle), tanto per citarne alcuni, non devono godere di alcun diritto. Pertanto, a mio avviso, l'unica cosa che reputo adeguata è la pena di morte.

PS: una persona che si è macchiata di crimini tanto gravi non può redimersi, è impossibile.
PPS: l'idulto è un insulto alle persone serie ed oneste.

Ciao  ;)

Joker

  • Visitatore
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #4 il: Giovedì 21 Settembre 2006, 23:12 »
Io non sono favorevole alla pena di morte non perchè creda nella redenzione di certi criminali, nè perchè sia troppo buono, anzi... >:D sono sicuro che la morte non è abbastanza per certe persone.
Volete che vi dica quello che penso sui crimini e sulle pene in generale? Ora che mi avete "provocato" vi dirò la mia, a costo di essere censurato... :gun

Non so se conoscete lo scrittore Robert Heinlein (da un suo libro è stato tratto Starship Troopers, per la cronaca); questo personaggio aveva idee particolari ma a mio avviso molto intelligenti e sensate. Lui diceva: la giustizia non è nella realtà uguale per tutti, perchè troppo spesso chi è ricco usa il denaro per evitare di scontare la pena, e ovviamente è insensibile alle pene pecuniarie. Anche persone non ricche possono però essere recidive nei loro crimini, piccoli o grandi che siano. Ecco allora la soluzione che propone lui: punizioni fisiche (soprattutto frustate). Per chi commette un reato non grave, tipo superare i limiti di velocità, dieci frustate, e via dicendo, con pene sempre più pesanti man mano che aumenta la gravità del reato.

Potranno sembrare idee da regime dittatoriale o peggio, ma niente mi toglie dalla testa che funzionerebbero. E niente mi toglie dalla testa che la tortura , fisica e/o psicologica, è molto peggio della morte.

Mark

  • Visitatore
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #5 il: Sabato 23 Settembre 2006, 13:26 »
Ciao Joker,
non conosco questo scrittore. Tuttavia la visione punitiva che propone mi sembra piuttosto ridicola. Voglio dire, un conto è superare il limite di velocità con la macchina, altra cosa è ammazzare una persona (un adulto), altra cosa ancora è ammazzare un bambino innocente. Come vedi questi tre tipi di reato sono completamente diversi fra loro e in maniera diversa devono essere trattati.
Se uno supera il limite di velocità commette un'infrazione non da poco. Così facendo, mette senz’altro in pericolo la vita degli altri. Ma le frustate mi sembrano eccessive. Basterebbe, al contrario, aumentare le multe in vigore (portarle ad esempio a 4.000 euro o anche più), ritirare IMMEDIATAMENTE la patente per almeno quattro mesi e, soprattutto, eliminare la burocrazia che abbiamo in questo paese. Sono straconvinto che adottando una simile "tecnica", il ragazzetto di turno, che fino al giorno prima ha superato i limiti di velocità per provare l'ultima modifica alla sua macchina, o semplicemente per dare sfogo alle sue scariche di testosterone (in genere sono quelli più giovani che corrono), dopo quella bravata NON si permetterà più di sfrecciare come un cretino incosciente. Il problema è che in Italia, a differenza di molti altri paesei come gli States o l'Inghilterra, ognuno pensa di poter fare quello che vuole. Io credo che la "mano pesante" sia un mezzo importante per cambiare le cose, senza bisogno che questa mano afferri una frusta. Se poi parliamo di omicidi, magari riferiti alla categoria più debole che ho citato sopra, allora torno a ribadire quello che ho detto in precedenza e cioè che la durezza (pena di morte, mancanza di diritti, eccetera), non solo la concepisco ma la invoco con tutto me stesso. Insomma, c'è reato e reato... Le pene corporali e quelle capitali è meglio lasciarle per cose GRAVI e non per il superamento dei limiti di velocità, che, seppur pericolosi, sono certamente mali minori rispetto agli omicidi, la cui gravità, può, in certi casi, diventare sconcertante.
Ad ogni modo sei ovviamente libero di pensarla come vuoi, ma io non mi trovo d'accordo. Se per ogni piccola infrazione si passasse subito alle pene corporali, che razza di mondo diventerebbe?

Joker

  • Visitatore
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #6 il: Domenica 24 Settembre 2006, 22:48 »
L'esempio del superamento del limite del velocità era solo una provocazione, io non dico che Heinlein ha ragione o torto a ipotizzare una punizione di dieci frustate a chi non rispetta il codice della strada.
Purtroppo non è sufficiente far pagare multe elevate (perchè, come dicevo,  4000 euro per certa gente può essere tantissimo o pochissimo); certo il ritiro immediato della patente sarebbe la cosa migliore! Magari si cancellasse la patente a certi pirati della strada! Come sai però non capita quasi mai. Neanche sotto le peggiori dittature si è torturati per così poco, e mi sembra ovvio che in Italia non si arriverà mai alle punizioni corporali, e anzi il mondo intero da secoli si muove verso l'abolizione della tortura e della pena di morte.
Probabilmente se vivessi in un altro Stato dove la criminalità organizzata non controlla 6 regioni, dove la microcriminalità non è la piaga delle periferie urbane, dove una persona qualunque, uomo o donna, giovane o vecchio non deve temere di uscire di casa la sera, allora avrei un'altra idea, magari sarei più buono. Ma quando vedo che sempre più delinquenti circolano liberi e fanno quello che vogliono, allora non posso che desiderare una Giustizia che colpisca con mano pesante; certo hai ragione quando dici che bastonare i criminali è eccessivo, non piacerebbe tanto neanche a me a pensarci bene, ma è davvero frustrante vivere in uno Stato che ha uno dei più alti rapporti poliziotti/popolazione e vedere il crimine dilagare indisturbato.

Ma la questione sui crimini e sulle pene va avanti da secoli, si è sempre alla ricerca del giusto equilibrio tra reato e punizione, cercando allo stesso tempo di riabilitare e rieducare i criminali (qaundo possibile).
La vera domanda che ognuno dovrebbe porsi è: a quanto della mia libertà sono disposto a rinunciare per avere più sicurezza? Qui si inserisce il problema di quanto lo Stato debba essere controllore dei cittadini, come e quanto debba ingerire nella vita di ognuno. Un problema che si trascina da moltissimi anni...

Termino con una frase, molto giusta a mio avviso, di Benjamin Franklin: Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza.

Simone

  • Visitatore
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #7 il: Domenica 24 Settembre 2006, 22:59 »
Ciao a tutti. Vi dico anche io la mia.

Sono favorevole. Però come tutti vorrei dare alcune precisazioni.
Io ritengo che la pena di morte sia un modo per eliminare dal mondo persone che non meritano di stare al mondo. :gun
Perchè io dovrei pagare le tasse per tenere lontani certi elementi dalla società (TV via cavo, telefono, aria condizionata e via dicendo)? Una cosa che non capisco degli Stati Uniti è perchè negli Stati dov'è prevista la pena di morte ci si metta così tanto tempo per eseguire le sentenze. Non voglio passare per macellaio ma credo che una volta che uno è stato condannato alla pena di morte sia inutile tenerlo in prigione. Sia per lui che per i parenti delle vittime. A chi dice che noi non abbiamo il diritto di uccidere perchè la giustizia non è perfetta rispondo semplicemente che anche non uccidendo una persona, ma tenendola in carcere per tutta la vita, mi farebbe sentire con la coscienza più leggera.
Ovviamente quando parlo di pena di morte mi riferisco a reati barbari, tipo l'omicidio di Tommaso o i pedofili e via dicendo. Se Alessi e l'altro che non mi ricordo il nome sono stati condannati in maniera definitiva per quell'omicidio, che senso ha tenerli in prigione? Perchè al prossimo indulto possano uscire liberamente? Io non credo assolutamente alla redenzione per certi tipi di reati e sinceramente non mi va neppure di provare (e poi per un reato così si deve pagare con la morte)! E non credo neppure al fatto che la pena di morte possa fungere da deterrente. Molto di più potrebbe essere le visite che in certi Stati fanno fare ai ragazzi delle scuole nelle prigioni minorili. O mandare i detenuti a pulire i bordi delle strade! Più che le frustate sarei per umiliare certe persone di fronte alla comunità facendogli fare lavori utili e ripagando così il loro debito.

P.S. Tempo fa ho letto che la criminalità in America è in calo dalla fine degli anni 70. Possiamo dire la stessa cosa in Italia? A voi le conclusioni.

P.P.S. Sapete qualcosa della teoria dei vetri rotti (credo che si chiami più o meno così)? E' la teoria sulla quale si è basato Rudolph Giuliani per riportare New York a livelli di criminalità decenti. In pochi anni è riuscito a ridurre gli omicidi da 2.000 all'anno a 700. Chi ne sa di più magari scriva qualcosa. Io l'ho vissuta di persona perchè ho visto un motorino abbandonato a cui nessuno ha messo mano per un bel po', poi quando qualcuno ha tolto il primo pezzo in pochi giorni è stato smontato e chiunque si è portato a casa un pezzo.


Offline Lady Blackice

  • The Boss
  • Amministratore
  • APP Super Member
  • *****
  • Post: 3725
  • Karma: +201/-0
  • Sesso: Femmina
  • USA: the Land of the Free, the Home of the Brave!
    • Mostra profilo
    • Lady Blackice - Yes, A Female Engineer, It's Possible!
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #8 il: Lunedì 25 Settembre 2006, 17:36 »
Vedo che non sono la sola che ne fa una questione economica. Secondo me questo è un punto cruciale. Potrà sembrare cinico come modo di pensare, ma io ritengo che lo Stato non debba sobbarcarsi l'onere di mantenere persone socialmente irrecuperabili, e per di più con standard di vita e confort che gran parte delle persone oneste e con un lavoro medio non sono in grado di permettersi. :gun

Diverso è il discorso per i crimini minori, come ha già ampiamente spiegato Mark. E' anche vero che sta diventando preoccupante il livello di sicurezza delle nostre città, ma non credo che imbarbarire le pene al punto da usare la tortura per crimini minori non possa essere la soluzione. :o
 
Sapete qualcosa della teoria dei vetri rotti (credo che si chiami più o meno così)? E' la teoria sulla quale si è basato Rudolph Giuliani per riportare New York a livelli di criminalità decenti.

Non sono un'esperta di sociologia (e nemmeno particolarmente interessata all'argomento in realtà :P), però mi hai incuriosito con questa cosa dei vetri rotti.
Ho fatto una ricerchina e ho trovato questo link: http://www.giogia.com/FranciaVetriRotti.html. Viene spiegato molto bene in cosa consiste la teoria, nonchè l'esperimento che vi è alla base (svolto in due città americane: New York e Standford). Molto interessante, grazie Simo! :)
Ripetete tutti con me: "Leggere il REGOLAMENTO è cosa buona e giusta!" ;)

My Blog: Lady Blackice - Yes, A Female Engineer, It's Possible!

"You'd have to walk a thousand miles in my shoes
just to see what it's like to be me.
"

Offline Lady Blackice

  • The Boss
  • Amministratore
  • APP Super Member
  • *****
  • Post: 3725
  • Karma: +201/-0
  • Sesso: Femmina
  • USA: the Land of the Free, the Home of the Brave!
    • Mostra profilo
    • Lady Blackice - Yes, A Female Engineer, It's Possible!
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #9 il: Martedì 16 Gennaio 2007, 12:20 »
E' da qualche giorno che volevo riportare su questa discussione.

Con l'impiccaggione di Saddam, lo sciopero di Pannella e la moratoria universale proposta da Prodi l'argomento è diventato di strettissima attualità.

Cosa ne pensate dell'iniziativa italiana all'ONU?
Ripetete tutti con me: "Leggere il REGOLAMENTO è cosa buona e giusta!" ;)

My Blog: Lady Blackice - Yes, A Female Engineer, It's Possible!

"You'd have to walk a thousand miles in my shoes
just to see what it's like to be me.
"

Offline BillyBob

  • APP Full Member
  • ***
  • Post: 150
  • Karma: +31/-0
  • Sesso: Maschio
  • ZERO TOLERANCE
    • Mostra profilo
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #10 il: Martedì 16 Gennaio 2007, 14:37 »
non sarebbe bello vedere quei due di Erba appesi per il collo??
Dio ci si arrapa con i marines.Perché noi ammazziamo tutto quello che vediamo!Lui fa il suo mestiere,noi facciamo il nostro!E per dimostrargli il nostro apprezzamento per averci dato tanto potere,noi gli riempiamo il cielo di anime sempre fresche!Dio è arrivato prima del Corpo dei marines e quindi a Gesù voi potete offrire il cuore,ma il vostro culo appartiene alla nostra arma!(Sergente Hartman)

Joker

  • Visitatore
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #11 il: Martedì 16 Gennaio 2007, 17:54 »
Cosa ne pensate dell'iniziativa italiana all'ONU?

Io penso che l'Italia dovrebbe farsi più spesso gli affari suoi e lasciare che siano gli altri stati a decidere della politica "interna".  >:(

Per quel che riguarda gli assassini di Erba... bè, io li lascerei nelle mani degli altri detenuti, che hanno già espresso chiaramente le loro intenzioni!  :gun

Offline carlandrea

  • Matricola
  • Post: 8
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
  • GOD BLESS AMERICA
    • Mostra profilo
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #12 il: Domenica 28 Gennaio 2007, 18:10 »
Sono contrario alla pena di morte, anzitutto perché non ritengo moralmente giusto conferire allo stato oltre al monopolio della violenza (mitigato negli USA al diritto da parte di ciascun cittadino a possedere un'arma da fuoco), anche il potere di uccidere. Si conferisce in questo modo all'autorità statuale un pezzo di potere da vero e proprio Leviatano, pericolosissimo per la libertà individuale ed inefficace da un punto di vista di contrasto del crimine.

Ben altra cosa, invece a mio avviso, è il tirannicidio (tipo quello contro Saddam Hussein), in cui il popolo processa ed elimina colui che privando della libertà e dei più elementari diritti tantissimi individui, costituisce un ostacolo alla riconquista della facoltà di espressione individuale.

Offline FullMetalJacket

  • APP Fan
  • *
  • Post: 32
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
  • AGAINST GUN CONTROL
    • Mostra profilo
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #13 il: Domenica 28 Gennaio 2007, 22:23 »
Io non posso che dirmi favorevole alla pena di morte nel caso in cui si siano compiuti efferati delitti.
L'ergastolo non serve, troppi costi sociali per tenere certa gente in carcere a vita...
Ci sono persone che volontariamente e lucidamente tolgono la vita ad innocenti (vedi Erba o il piccolo Tommaso).questo è inaccetabile.

 :gunsmilie: in secondo luogo appoggio incondizionatamente il 2° emendamento della costituzione americana che permette di detenere armi a scopo di difesa. Un cittadino armato che può difendersi è un cittadino libero... :gunsmilie:
O forse preferite lo scempio italiano a riguardo?  >:(
« Ultima modifica: Domenica 28 Gennaio 2007, 22:30 da FullMetalJacket »
"Per liberale non intendo una persona che simpatizza per qualche partito politico, ma semplicemente un uomo che da importanza alla libertà individuale ed è consapevole dei pericoli inerenti a tutte le forme di potere e di autorità" KARL POPPER 
"Considero tutte le proposte d'intervento statale con mente aperta, prima di votare no" RONALD REAGAN 
"MENO STATO, PIU' ARMI!" RONALD REAGAN

Offline hillela

  • Matricola
  • Post: 28
  • Karma: +3/-0
    • Mostra profilo
Re: Cosa pensate della pena di morte?
« Risposta #14 il: Martedì 15 Luglio 2008, 23:36 »
posto questa domanda per riaprire un topic già discusso precendentemente in merito alla pena di morte. Io non sono daccordo con questa atrocità; attenzione la mia non è una critica a chi la pensa diversamente bensì un opinione personale. So che molta gente sbaglia commettendo crimini disumani, prendendosi il diritto di stroncare la vita ad altre persone, ma rispondendo con la stessa moneta non si conclude nulla. E' vero che la pena di morte può spaventare e portare a riflettere prima di agire ma io non credo che emettendo una sentenza si possa decidere della vita di un uomo. A volte il sistema può sbagliare e togliere la vita ad una persona innocente; basta guardare "The life of David Gale" per capire che le prove possono portare in una direzione diversa da quella che in realtà è giusta. Insomma riuscireste a prendervi una tale responsabilità??? Io penso che nessuno a questo mondo è in grado di poter giudicare fino a tal punto una persona, di decidere con una sentenza una cosa del genere.Se noi vogliamo essere corretti non dovremmo condannare un'altra vita alla morte; io opterei per la certezza e la rigidità della pena; modificherei il valore dell'ergastolo che viene facilmente sostituito con piccole pene quali alcuni anni di reclusione. Se un uomo ha sbagliato perchè noi sapendo che ciò da lui compiuto è ingiusto dobbiamo commettere lo stesso errore?


[* Spostato da Lady Blackice *]
hillela, fa attenzione a dove posti; "Join Us" non è esattamente la sezione più indicata per un argomento così, non trovi? ;)
« Ultima modifica: Mercoledì 16 Luglio 2008, 13:33 da Lady Blackice »